lunedì 26 gennaio 2015

BAREGGIO Diritto allo studio 2014/2015, lista Bareggio 2013: "Va bene il questionario di gradimento, ma le risorse risparmiate vanno investite nella scuola e non altrove"

La  commissione istruzione si è riunita il 20 gennaio per verificare l’avanzamento dei progetti e servizi scolastici, ma in qualche punto lasciano a desiderare. Infatti, secondo la lista civica Bareggio 2013, si poteva fare di più e in particolare per quanto riguarda le risorse non è lodevole che i risparmi per minori costi del pre e post scuola (4.678  euro) non siano stati destinati alla scuola. E così il gruppo Bareggio 2013 in una nota che pubblico fa la  "fotografia" dello stato della realizzazione del piano per il diritto allo studio.

Psicologia scolastica - Apprezziamo la nuova modalità con cui la scuola ha informato i genitori sul servizio: avviso seguito da incontro con genitori e psicologa. “Chi fosse interessato a conoscere l’intervento della psicologa in commissione istruzione ce lo segnali, così invieremo il link del verbale della seduta della commissione non appena sarà pubblicato sul sito comunale.
Peccato per l’assenza sul punto dell’assessore alle politiche sociali,Marco Lampugnani, che ha lasciato la commissione prima dell’intervento della psicologa. 
Doposcuola per alunni delle medie - E' stato realizzato il questionario che avevamo suggerito all’assessore all’istruzione Simona Tagliani e ad alcuni genitori a giugno scorso per sondare l’interesse delle famiglie. I risultati del test hanno portato alcuni genitori a chiedere all’assessore Tagliani la raccolta di una pre-iscrizione al servizio, per organizzarlo già dal nuovo anno scolastico. 
Pedibus - L'assessore Tagliani non ha dato informazioni. 
Questionario di gradimento sui progetti del diritto allo studio - Apprezziamo la volontà della scuola di coinvolgere la commissione sia per migliorare il questionario già in uso, sia per una sua maggiore diffusione. 
Quanto alle risorse stanziate, apprezziamo da un lato la destinazione da parte della giunta comunale dei risparmi per minori costi del servizio scuolabus (4.800 euro) all’acquisto di arredi scolastici. Dall’altro lato siamo tuttavia dispiaciuti che i risparmi per minori costi del pre e post scuola (4.678 euro) non siano stati destinati sempre alla scuola, per esempio per acquistare lavagne elettroniche. Inoltre l’assessore Tagliani alla richiesta del nostro rappresentante in commissione Andrea Bedin di coinvolgere la commissione sul bilancio comunale 2015 ha garantito le stesse risorse del 2014 per progetti e servizi scolastici. Informare i genitori dell’esistenza e dei compiti della commissione, nonché dei riferimenti di tutti i suoi componenti è necessario per far sì che la commissione possa svolgere il suo compito: conoscere i bisogni dell'utenza scolastica scolastica per formulare proposte migliorative. Le scuole accogliendo la sollecitazione in tal senso dei genitori commissari promuovono l'informativa. Confidiamo nel questionario di gradimento che la scuola realizzerà con la commissione per avere uno strumento efficace di conoscenza dei bisogni di alunni e famiglie in vista del prossimo diritto allo studio. La prossima seduta della commissione istruzione è prevista per la seconda metà di maggio.

Nessun commento :

Posta un commento