lunedì 4 febbraio 2019

SEDRIANO L'associazione Cuore per cuore ricorda Elena Sachsel con una cena solidale

Elena Sachsel, antica pediatra del Magentino, presidente e socia fondatrice di Cuore per cuore, colonna del Naga, amatissima dal Movimento dei Focolari,  grande figura del volontariato milanese  - fu anche una delle bambine milanesi  cacciate dalla scuola pubblica assieme alla sorellina  perché di famiglia ebraica in seguito alle leggi razziali fasciste del 1938.  Questa esperienza la segnò per sempre. Andò anche  a fare volontariato in Asia, Africa e Romania. Dedicò tutta la sua vita, fino all'ultimo minuto, al prossimo e a difendere gli ultimi tra gli ultimi. Quando morì il 14 febbraio 2014 all'ospedale di Magenta, così scrisse "Città Nuova" la rivista dei Focolarini: "Era dolce e forte Elena... la Chiesa di Magenta era gremita per l'ultimo saluto dei suoi moltissimi amici. Quelli che... non importa la fede, non importa da quale terra vieni, non importa se sei nomade, e quante volte hai sbagliato. Il mondo che Elena sognava era un mondo dove c'è posto per tutti". Per ricordarla l'associazione Cuore per Cuore di Sedriano organizza per sabato 16 febbraio, alle 19,30, una cena benefica nella mensa scolastica di via Aurora a Santo Stefano Ticino, dove visse gli ultimi anni della sua incredibile vita. 
Il ricavato della cena andrà a sostenere il progetto della casetta dei bambini di Macin (Romania) definiti "orfani bianchi" (sono i figli delle badanti che accudiscono i nostri vecchi, e che sono costrette a emigrare e a lasciare i figli a casa quasi da soli). Dall'ottobre 2014 la casetta è stata intitolata a Elena SachselIl menu previsto è multietnico poiché alcuni piatti (il secondo di carne e il dolce è stato concordato con le ragazze africane di Cascina Calderara). Quota di partecipazione è 18 euro adulti (bambini da 0 a 6 anni gratuito, dai 6 ai 12 anni euro 10). Prenotazioni entro il 15 febbraio (tel. Chiara Maggi 347 3050 746  - Antonio Oldani 347 9782591 - Roberto Fantauzzi 324 921 2200). Email "cmaggi70@gmail.com".

Nessun commento :

Posta un commento