domenica 11 agosto 2019

BAREGGIO “L’opposizione? Specialista, complice anche la calura agostana, in attacchi strumentali”

La presa di posizione della lista civica Bareggio 2013 sulla sicurezza non va giu’ all’amministrazione comunale. E replica piccata. “Partiamo dal presupposto -attaccano il sindaco Linda Colombo e il vice Lorenzo Paietta- che, se è vero che chi non fa nulla non sbaglia mai, ci troviamo al cospetto di un'opposizione che, quando ha avuto l'occasione di governare, si è dimostrata impeccabile e quindi si sente in diritto di fare le pulci su qualsiasi cosa. In ogni caso, non possiamo tacere di fronte all'ennesimo attacco strumentale da parte della lista civica di Monica Gibillini che, complice la calura agostana, forse è a corto di argomenti”. Non solo. “Per quanto riguarda l'illuminazione del parco delle 4 Elle -fa sapere Colombo-la ditta che si è aggiudicata l'appalto ha incontrato difficoltà nell’installazione delle tubature per far passare i cavi nel terreno. Infatti le radici degli alberi hanno distrutto in alcuni punti i condotti preesistenti. Questo poiché per anni e anni non sono mai stati fatti controlli e questo, come altri parchi, sono stati lasciati in stato di abbandono.
Ora utilizzeremo il ribasso di gara per effettuare queste modifiche non preventivate. Purtroppo quando si va a mettere mano su problemi ignorati per decenni può capitare ci sia qualche imprevisto”. Sempre a proposito di illuminazione pubblica dei parchi pubblici, Colombo ha fatto sapere che verrà indicata nel nuovo bando tra le migliorie che l'aggiudicatario potrà proporre. “L'obiettivo -afferma il primo cittadino- è eliminare le situazioni di pericolo e di bivacco notturno nelle aree verdi del paese”. Sulla sicurezza ha invece risposto il vicesindaco: “Resto sbalordito di fronte alle dichiarazioni dell'opposizione -dichiara Lorenzo Paietta- che dimostrano ancora una volta come qualcuno non abbia idea di come funzioni la macchina comunale. E' vero, grazie all'opportunità di utilizzare l'avanzo di amministrazione, che abbiamo saputo sfruttare appieno, abbiamo investito circa 400mila euro (comprensivi anche di investimenti per la protezione civile) acquistando telecamere, bodycam, il drone, nuove auto della polizia locale, 'rosso stop' e altro ancora. Ma è evidente a chiunque che non tutto poteva entrare subito in funzione a regime.  Servono programmazione, organizzazione e formazione del personale per studiare come sfruttare al meglio la tecnologia che abbiamo acquistato e che, se non ci fosse stata la possibilità di utilizzare l'avanzo di amministrazione, sarebbe stata 'diluita' nell'arco di tutto il mandato. Ricordo tuttavia all'opposizione che è passato soltanto un anno e due mesi dal nostro insediamento e in questo breve lasso di tempo non si può certo dire che siamo rimasti con le mani in mano nel settore della sicurezza: alcune nostre operazioni, come le multe a chi abbandona rifiuti, hanno addirittura fatto il giro dell'Italia. E poi i turni serali della polizia locale, i tavoli di lavoro anche coi carabinieri, tecnologie di ultima generazione già utilizzate all'80%... tutte cose di cui, in precedenza, non si era vista l'ombra.  Ripeto, in appena un anno sui cinque di mandato. Se non è un buon inizio questo...”.

Nessun commento :

Posta un commento