lunedì 7 ottobre 2019

SEDRIANO "La burla della sicurezza: le sanzioni non coprono neppure il costo delle fototrappole"

La Lega non ci sta che il sindaco Angelo Cipriani non si sia degnato di dare risposta alla sua (seconda) interrogazione sulla videosorveglianza cittadina.  E attacca a muso duro il primo cittadino per la scarsa attenzione riservata al tema. Intanto con questa nota che ricevo e pubblico obietta che è "la seconda volta che la Lega presenta un'interrogazione in consiglio per avere risposte inerenti le telecamere a Sedriano. Abbiamo chiesto una risposta scritta. Cipriani ha risposto che non ha avuto tempo. Ma come? Dopo 4 anni nessuno ha informato il sindaco che le risposte le preparano gli uffici e non lui? Abbiamo chiesto quante telecamere sono a norma. Cipriani risponde che tutte le telecamere presenti sul territorio sono vecchie poiché installate 17 anni fa. Siamo costernati... Nel 2009 sono stati spesi dall'allora giunta di centro-destra più di 100.000 euro per la videosorveglianza e queste telecamere nel 2015 erano ancora perfettamente funzionanti... Ci siamo informati: se le telecamere avessero ricevuto un'adeguata manutenzione periodica sarebbero ancora efficaci e perfettamente operative. 
Cipriani hai idea di quante sanzioni e quanti atti vandalici avremmo potuto evitare? Abbiamo chiesto quante telecamere sono in funzione e a quanto ammontano le sanzioni comminate: Cipriani risponde quattro più quattro foto-trappole. L'importo delle sanzioni è di 866 euro... Ma cos'è una burla? In due anni solo questo? Non abbiamo neanche lontanamente recuperato i soldi spesi. Ma non è che forse è vero ciò che si vocifera, ossia che le fototrappole siano state rubate? Cipriani però aggiunge che ora ci sono più agenti e lui ne conta 8, ma sono 7 (forse ha contato anche l'amico vigile?). Comunque gli ricordiamo che in campagna elettorale ne aveva promessi almeno 11. Smart city: dopo tante promesse e post su Facebook veniamo a scoprire che la videosorveglianza non rientrerà in questo progetto bensì in un altro, visto il costo e la complessità. Con il Decreto Salvini e il bando di Regione Lombardia tutti i Comuni circostanti si sono aggiudicati decine e decine di migliaia di euro per la videosorveglianza, ma Sedriano no, perché? Neanche la presenza a Roma del buon Buffagni e Ligorio è riuscita ad aiutare questa improvvisata amministrazione! E ricordiamo che il Decreto Salvini prevedeva la videosorveglianza nelle scuole: non sei forse tu Cipriani che hai sempre detto che punti tutto sui bambini e sulla scuola? Beh non ti offendere Cipriani, ma noi avremmo preferito che fossero le telecamere a puntare sui bambini nelle nostre scuole... Con tutte le promesse e le mancate risposte, ci auguriamo oramai che il 2020 sia un anno di fuochi d'artificio e di grandi novità. Come la vecchia politica, forse anche questa amministrazione concluderà qualcosa di utile solo nell'ultimo anno di mandato senza sprecare tempo a infangare i predecessori... Peccato che voi abbiate sempre detto di essere il 'nuovo'  e che siate stati pagati per questi ultimi quattro anni di sonno: propaganda e fumo negli occhi".

Nessun commento :

Posta un commento