Visualizzazione post con etichetta anna papetti. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta anna papetti. Mostra tutti i post

martedì 26 novembre 2019

VITTUONE ViviaAmo Vittuone incontra i cittadini per fare il punto sullo stato di crisi dell’amministrazione Zancanaro


Viviamo Vittuone non si rassegna al declino del paese a cui, dal suo punto di vista, l’ha condannato con il suo immobilismo l’amministrazione Zancanaro. E per richiamare l’attenzione dei vittuonesi e altresì far conoscere il suo lavoro per la comunità ha organizzato per martedì 3 dicembre un incontro pubblico. L’amministrazione Zancanaro, alle prese con una crisi interna di notevole rilievo e di enormi proporzioni (seppur bilanciate, visto il peso di maggioranza ed opposizione), si è totalmente dimenticata del proprio programma elettorale. I problemi del paese e i disagi che questi provocano a tutta la cittadinanza sono sotto gli occhi di tutti ma, evidentemente, non rappresentano alcuna priorità per questa amministrazione ormai allo sbando. Il gruppo di opposizione ViviamoVittuone, guidato da Ivana Marcioni, pur avanzando proposte e suggerimenti per poter risolvere le problematiche, è rimasto costantemente inascoltato.

sabato 27 luglio 2019

VITTUONE Le crisi occupazionali nel territorio si susseguono, ma per contrastarle e vincere la sfida ci vogliono idee e proposte

Ivana Marcioni e Anna Papetti
Il raggiungimento dell'accordo tra le rappresentanze sindacali dei lavoratori di Abb e l’azienda al tavolo di lavoro del Mise è una buona notizia, sia per gli accordi raggiunti a tutela dei lavoratori, sia in ottica di reindustrializzazione della parte del sito interessato. Ivana Marcioni e Anna Papetti, consigliere del gruppo Viviamo Vittuone, in questo nota che pubblico riflettono sulle sfide da sostenere per contrastare e vincere il fenomeno. Noi come consigliere di Viviamo Vittuone abbiamo partecipato, insieme alla segretaria del Partito Democratico di Vittuone, al presidio dei lavoratori del 6 febbraio 2019 davanti ad Abb, al quale era presente l’amministrazione comunale di Vittuone. Alla luce delle continue crisi che si stanno susseguendo nel nostro territorio la preoccupazione è molto forte. Ci troviamo davanti a una realtà lavorativa in continua evoluzione e occorre intervenire a tutti i livelli istituzionali per trovare soluzioni che non lascino i lavoratori e le loro famiglie nell’incertezza, nell’incapacità di arrivare a fine mese e nella mancanza di prospettive, che è la cosa più pericolosa per chiunque. Quello che ci preoccupa di più è la mancanza di prospettive.

mercoledì 17 luglio 2019

VITTUONE "In municipio, solo se pungolati da noi, pubblicizzano i bandi che tornano utili ai cittadini"

Se in municipio non si sbracciano per far conoscere i bandi emessi dalla Regione e da altri enti, ViviAmo Vittuone invece sta ponendo particolare attenzione per fare cosa utile ai vittuonesi. Il gruppo ViviAmo Vittuone si era interessato fin dall’inizio del problema dell’amianto in paese tanto che aveva presentato un’interrogazione in consiglio comunale sul tema. Ma la risposta dell’assessore Mario Scotti non aveva soddisfatto il gruppo. Da qui la decisione di mobilitarsi in proprio per dare una mano ai cittadini. "Consapevoli dell’importanza -affermano le consigliere Ivana Marcioni e Anna Papetti- di un tema che riguarda la salute di tutti noi e del fatto che una rimozione fatta non a regola d’arte o addirittura un abbandono di materiali è un pericolo per la salute di tutti noi, abbiamo ritenuto importante segnalare sulla pagina Viviamo Vittuone la possibilità di accedere a questo bando.

martedì 11 giugno 2019

VITTUONE La legislatura fra refusi e dispetti: il consiglio comunale convocato alle 15,30

Porte girevoli, refusi, figuracce e dispetti... Sì, sembra proprio che la legislatura si stia consumando sulle note del capriccio a dispetto della correttezza e della partecipazione. Infatti, dopo il rinvio dell'altro lunedì del consiglio comunale per il famigerato “Re Fuso”, la seduta è stata convocata alle 15.30, ovvero nell’ora più o meno della merenda. Un modus operandi assurdo in cui il buon senso è scivolato nel magma oscuro della irrazionalità. Eppure  la normativa in materia dice che nei Comuni fino a 15.000 abitanti, le riunioni del consiglio comunale si devono tenere “preferibilmente in un arco temporale non coincidente con l'orario di lavoro dei partecipanti”. Ma  nei piani alti del municipio si fa come pare e piace, senza pensare che i consiglieri lavorano e non gli viene facile conciliare l'una e l'altra incombenza.

martedì 2 aprile 2019

VITTUONE Papetti (ViviAmo Vittuone) al curaro: "Che ha fatto il Comune per difendere il territorio e tutelare la salute pubblica? Nulla"

Anna Papetti
Ma il Comune tutela la salute pubblica e difende il proprio territorio? Non proprio, a sentire il gruppo consiliare ViviAmo Vittuone. Infatti le risposte ricevute in consiglio comunale alle due interpellanze sono state, a suo giudizio, disarmanti e preoccupanti. Con una ha chiesto conto sulla situazione dello stato dell'amianto a Vittuone e con l'altra del transito dei mezzi pesanti in via Madonna del Salvatore.  L'assessore alla partita Mario Scotti non ha saputo dire di meglio che citare un censimento del 2015, ma da allora -osserva il gruppo- sono trascorsi ben 5 anni e la situazione presumibilmente è cambiata. Ma, a parte ciò, cosa è stato fatto? Secondo ViviAmo Vittuone assolutamente nulla. Sulla seconda interpellanza Scotti ha dato tutta la colpa a Città Metropolitana. Caustico il commento della consigliera comunale Anna Patti (ViviAmo Vittuone). "Quando è stata fatta la riunione due anni fa per decidere la viabilità con tutti i sindaci presenti, il nostro dov’era? Assente.

giovedì 28 marzo 2019

VITTUONE La confusione regna sovrana in municipio: la maggioranza si schiera con Viviamo Vittuone sulla proposta della giunta di 'interpretare' il Pgt

I democratici si dichiarano disorientati e allarmati. Il motivo? Ritengono che a Vittuone accadano cose che i comuni mortali fanno fatica ad interpretare. Quali? Per esempio  -spiegano in una nota- nel consiglio comunale di lunedì la maggioranza ha presentato “una interpretazione autentica del piano di gestione del territorio Pgt” che tradotta significa apportare un'integrazione al vecchio Pgt nel 2011, che comprendeva la trasformazione del bosco del Bacin in zona industriale/commerciale e la cessione al Comune della Villa Venini ristrutturata. L’integrazione presentata dall’amministrazione -continua il Pd- non ha convinto i partecipanti al consiglio in quanto nessuno dei presenti (membri della maggioranza compresi) ha capito le motivazioni che sostengono questa richiesta. Le consigliere Ivana Marcioni e Anna Papetti di Viviamo Vittuone hanno subito presentato una richiesta di ritiro motivata dal fatto che sono passati ben 10 anni dalla stipula della convenzione, che, come tutti oramai hanno constatato, è risultata un fallimento totale che ha comportato solo un ulteriore consumo di suolo del nostro territorio.

lunedì 9 luglio 2018

VITTUONE Doveri istituzionali e colpi di testa, ViviAmo Vittuone all'attacco: "Zancanaro e i suoi se la sono data a gambe"

L'uscita dall'aula consiliare del sindaco Stefano Zancanaro e della maggioranza non poteva non infiammare la vita politico-amministrativa cittadina. Un gesto troppo eclatante per non suscitare polemiche e prese di posizione.  Infatti il gruppo consiliare ViviAmo Vittuone, rappresentato dalle consigliere comunali Ivana Marcioni e Anna Papetti,  in questa nota che ricevo e pubblico bacchetta severamente la compagine amministrativa.  
ViviAmoVittuone aveva presentato una mozione in consiglio comunale per chiedere di conoscere le nuove linee guida dell’amministrazione. Queste linee sarebbero dovute dalla “nuova” maggioranza formatasi con l’ingresso di Enzo Tenti, candidato sindaco avversario e terzo arrivato alla competizione elettorale. Si richiedeva una legittima precisazione e l’informazione alla cittadinanza poiché l’amministrazione ha dichiarato in più forme alla stampa il cambio della linea politica. I programmi elettorali delle due liste, che si erano affrontate duramente, sono sostanzialmente opposti e contrastanti l’uno verso l’altro. 

martedì 4 luglio 2017

VITTUONE "La giunta Zancanaro è straordinariamente brava a 'polverizzare' le risorse pubbliche"

Annna Papetti
Ricevo e pubblico questa nota di Anna Papetti del gruppo consiliare ViviAmo Vittuone sullo stato di abbandono del prato del parco Lincoln.
Questa amministrazione sta veramente ”polverizzandosi”. Mai termine è stato più vicino alla realtà parlando del giardino della scuola materna "Don Milani" di Vittuone. Provate a passare di lì per andare al parco Lincoln e, là dove c’era un verde prato di tenera erbetta ora sotto le piante troverete uno strato di terra arida e polverosa che impedisce ai bambini di giocare se non riempiendosi vestiti e polmoni di polvere. Dopo varie  segnalazioni dei genitori all’amministrazione Tenti per lo stato in cui versava il prato, nel 2013 la giunta di centrosinistra, con la sottoscritta assessore all’istruzione, provvide a realizzare un prato erboso, dotandolo anche di impianto di irrigazione in modo da curarlo durante tutto l’anno. Che delusione e rabbia nel vedere tanta incuria e tanta mancanza di rispetto nei confronti di bambini e cittadini.

venerdì 16 giugno 2017

VITTUONE L'opposizione abbandona l'aula consiliare, Marcioni (Viviamo Vittuone): "Se la suonano e se la cantano da soli..."

Ivana Marcioni
Anna Papetti
Maggioranza e opposizione sempre più ai ferri corti. Infatti nel consiglio comunale di ieri sera è andato in scena l'ennesimo scontro, che è culminato nell'abbandono dell'aula in segno di protesta dei consiglieri del M5S (Diego Manfredi) e di ViviAmo Vittuone (Ivana Marcioni e
Diego Manfredi
Anna Papetti)
. Il motivo? Il mancato rispetto delle regole e la consegna in extremis della documentazione che non ha permesso un adeguato approfondimento. In apertura i consiglieri di minoranza, convocati per una seduta straordinaria ed urgente, hanno espresso il loro disappunto per la convocazione d’urgenza del consiglio comunale, senza rispettare il regolamento. "La procedura adottata -obiettano Papetti e Marcioni di ViviAmo Vittuone- è assolutamente anomala, perché è stata convocata la conferenza dei capigruppo con già stabilita la data del consiglio comunale. Non è la prima volta che vengono calpestate le regole e si tenta di limitare i diritti e i doveri dei consiglieri di minoranza: anzi, ultimamente sta diventando la norma.

venerdì 31 marzo 2017

VITTUONE Papetti (ViviAmo Vittuone): "La maggioranza continua a navigare a vista, oltre che dimostrare impreparazione e superficialità"

Anna Papetti
Il primo punto dell'ordine del giorno del consiglio comunale di ieri sera doveva risolversi in una semplice e banale comunicazione sulla commissione bilancio e finanze, ma ha finito per offrire il fianco all'opposizione che si è scatenata a mettere in luce tutti i limiti di una maggioranza, che a quasi un anno dal suo insediamento dà l'impressione di navigare a vista. Infatti è successo di tutto e di più e il pubblico in sala in qualche occasione non potendone più delle stranezze che andavano in scena ha rumoreggiato significativamente. A un certo punto l'ex sindaco Enzo Tenti (Insieme per Vittuone) è sbottato e, dopo aver bacchettato la maggioranza e ricordato che la ricreazione è finita, ha chiesto dimostrativamente alla vicesindaca Annamaria Restelli se quando era con lui in giunta si fossero mai verificati situazioni caotiche e di imperizia. Restelli se n'è rimasta in silenzioso silenzio come se volesse significare che chi tace acconsente. La parte del leone l'ha fatta il gruppi ViviAmo Vittuone, ma non sono state da meno il M5S e Insieme per Vittuone.

venerdì 10 maggio 2013

VITTUONE Deleghe ai consiglieri comunali per accrescere la partecipazione e l'azione amministrativa

L'amministrazione Bagini insediandosi alla guida del municipio aveva promesso partecipazione e un maggiore coinvolgimento dei consiglieri comunali per accrescere l'azione amministrativa con le sinergie di tutti gli eletti. 
Ora, complice anche la modifica dello statuto, il sindaco Fabrizio Bagini è intervenuto in ossequio i principi di efficacia, efficienza ed economicità dell'ente a delegare alcuni consiglieri comunali, che possendendo un patrimonio di conoscenze, avrebbero potuto così mettere le loro competenze a disposizione dell'ente per il bene della comunità. 
E così ha affidato ad Angelo Poles la delega per realizzare il progetto "Librarsi" nell'ambito del bando della Fondazione Cariplo per partecipare ad "Agenda 21". Il consigliere è chiamato a fare del proprio meglio per dare concretezza ai progetti. Non è tutto.