Visualizzazione post con etichetta ivana marcioni. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta ivana marcioni. Mostra tutti i post

sabato 27 luglio 2019

VITTUONE Le crisi occupazionali nel territorio si susseguono, ma per contrastarle e vincere la sfida ci vogliono idee e proposte

Ivana Marcioni e Anna Papetti
Il raggiungimento dell'accordo tra le rappresentanze sindacali dei lavoratori di Abb e l’azienda al tavolo di lavoro del Mise è una buona notizia, sia per gli accordi raggiunti a tutela dei lavoratori, sia in ottica di reindustrializzazione della parte del sito interessato. Ivana Marcioni e Anna Papetti, consigliere del gruppo Viviamo Vittuone, in questo nota che pubblico riflettono sulle sfide da sostenere per contrastare e vincere il fenomeno. Noi come consigliere di Viviamo Vittuone abbiamo partecipato, insieme alla segretaria del Partito Democratico di Vittuone, al presidio dei lavoratori del 6 febbraio 2019 davanti ad Abb, al quale era presente l’amministrazione comunale di Vittuone. Alla luce delle continue crisi che si stanno susseguendo nel nostro territorio la preoccupazione è molto forte. Ci troviamo davanti a una realtà lavorativa in continua evoluzione e occorre intervenire a tutti i livelli istituzionali per trovare soluzioni che non lascino i lavoratori e le loro famiglie nell’incertezza, nell’incapacità di arrivare a fine mese e nella mancanza di prospettive, che è la cosa più pericolosa per chiunque. Quello che ci preoccupa di più è la mancanza di prospettive.

mercoledì 17 luglio 2019

VITTUONE "In municipio, solo se pungolati da noi, pubblicizzano i bandi che tornano utili ai cittadini"

Se in municipio non si sbracciano per far conoscere i bandi emessi dalla Regione e da altri enti, ViviAmo Vittuone invece sta ponendo particolare attenzione per fare cosa utile ai vittuonesi. Il gruppo ViviAmo Vittuone si era interessato fin dall’inizio del problema dell’amianto in paese tanto che aveva presentato un’interrogazione in consiglio comunale sul tema. Ma la risposta dell’assessore Mario Scotti non aveva soddisfatto il gruppo. Da qui la decisione di mobilitarsi in proprio per dare una mano ai cittadini. "Consapevoli dell’importanza -affermano le consigliere Ivana Marcioni e Anna Papetti- di un tema che riguarda la salute di tutti noi e del fatto che una rimozione fatta non a regola d’arte o addirittura un abbandono di materiali è un pericolo per la salute di tutti noi, abbiamo ritenuto importante segnalare sulla pagina Viviamo Vittuone la possibilità di accedere a questo bando.

martedì 11 giugno 2019

VITTUONE La legislatura fra refusi e dispetti: il consiglio comunale convocato alle 15,30

Porte girevoli, refusi, figuracce e dispetti... Sì, sembra proprio che la legislatura si stia consumando sulle note del capriccio a dispetto della correttezza e della partecipazione. Infatti, dopo il rinvio dell'altro lunedì del consiglio comunale per il famigerato “Re Fuso”, la seduta è stata convocata alle 15.30, ovvero nell’ora più o meno della merenda. Un modus operandi assurdo in cui il buon senso è scivolato nel magma oscuro della irrazionalità. Eppure  la normativa in materia dice che nei Comuni fino a 15.000 abitanti, le riunioni del consiglio comunale si devono tenere “preferibilmente in un arco temporale non coincidente con l'orario di lavoro dei partecipanti”. Ma  nei piani alti del municipio si fa come pare e piace, senza pensare che i consiglieri lavorano e non gli viene facile conciliare l'una e l'altra incombenza.

mercoledì 22 maggio 2019

VITTUONE Marcioni (ViviAmo Vittuone): "In municipio bocciano le proposte che migliorano la vita dei cittadini, ma per contro recepiscono i diktat provenienti dall'esterno"

"L'amministrazione comunale non fa e men che meno prende in considerazione le nostre proposte che farebbero bene alla comunità". Ivana Marcioni non ci sta all'immobilismo della giunta Zancanaro e attacca. "Come gruppo ViviAmo Vittuone -afferma Marcioni- nell'ultimo consiglio comunale abbiamo presentato tre proposte da inserire nel documento unico di programmazione, proposte che a nostro parere avrebbero portato miglioramenti alla qualità della vita dei vittuonesi.  Ovvero la rivitalizzazione del commercio di vicinato nel centro storico; la realizzazione del parco Villa Venini da intitolare a Carlo Chiodini; la videosorveglianza nei parchi pubblici e nelle aree a verde attualmente ostaggio di vandalismi e abbandono di rifiuti. Ebbene nessuna proposta è stata accettata nonostante non avessero un impatto economico tale da portare squilibri al bilancio comunale del 2019".  In municipio non sono dunque sensibili alle proposte che provengono dalla minoranza.

giovedì 25 aprile 2019

VITTUONE "Gli amministratori quando c'è da partecipare ai bandi regionali per ottenere contributi nascondono come gli struzzi la testa sotto la sabbia..."

Certo che è curioso che in municipio si lamentino per la  carenza di risorse e poi potendo concorrere al rilascio di contributi regionali neppure partecipano ai bandi per avvalersi. Un singolare paradosso che non è sfuggito al gruppo Viviamo Vittuone tanto da spingersi ad assimilare l'amministrazione comunale allo struzzo che nasconde la testa nella sabbia. "Sì, ogni volta che Regione Lombardia apre bandi -afferma la consigliera comunale Ivana Marcioni (ViviAmo Vittuone)- che potrebbero finanziare progetti legati al nostro territorio (perché adesso le cose funzionano così), i nostri amministratori nascondono la testa sotto la sabbia e fanno finta di niente, perdendo così importanti contributi finanziari con i quali si potrebbero realizzare cose altrimenti non possibili. Si è perso il finanziamento per la digitalizzazione del TresArtes, non si è nemmeno tentato di avere il finanziamento per le fototrappole (che altri paesi hanno utilizzato ad esempio per individuare chi lascia i rifiuti in giro per Vittuone o addirittura nelle nostre zone verdi)".

giovedì 28 marzo 2019

VITTUONE La confusione regna sovrana in municipio: la maggioranza si schiera con Viviamo Vittuone sulla proposta della giunta di 'interpretare' il Pgt

I democratici si dichiarano disorientati e allarmati. Il motivo? Ritengono che a Vittuone accadano cose che i comuni mortali fanno fatica ad interpretare. Quali? Per esempio  -spiegano in una nota- nel consiglio comunale di lunedì la maggioranza ha presentato “una interpretazione autentica del piano di gestione del territorio Pgt” che tradotta significa apportare un'integrazione al vecchio Pgt nel 2011, che comprendeva la trasformazione del bosco del Bacin in zona industriale/commerciale e la cessione al Comune della Villa Venini ristrutturata. L’integrazione presentata dall’amministrazione -continua il Pd- non ha convinto i partecipanti al consiglio in quanto nessuno dei presenti (membri della maggioranza compresi) ha capito le motivazioni che sostengono questa richiesta. Le consigliere Ivana Marcioni e Anna Papetti di Viviamo Vittuone hanno subito presentato una richiesta di ritiro motivata dal fatto che sono passati ben 10 anni dalla stipula della convenzione, che, come tutti oramai hanno constatato, è risultata un fallimento totale che ha comportato solo un ulteriore consumo di suolo del nostro territorio.

giovedì 14 marzo 2019

VITTUONE Rsa "Il Gelso" e controlli, Marcioni (ViviAmo Vittuone) lancia l'allarme: "La commissione garanzia per la giunta Zancanaro è un optional o un organo di vigilanza?"

La cronaca, purtroppo con sempre più frequenza, ci fa scoprire casi di maltrattamenti perpetrati ai danni di bimbi in alcune scuole d’infanzia o di anziani in alcune case di riposo. Sembra incredibile, eppure succede. Si scoprono questi fatti ignobili perché l’attenzione si fa sempre più assidua e, fortunatamente, la qualità delle strutture è sottoposta a controlli. E nel nostro territorio cosa succede? A chiederselo è la consigliera comunale Ivana Marcioni (ViviAmo Vittuone). Infatti in questa nota che pubblico esprime preoccupazione per il mancato insediamento della commissione garanzia che è preposta al controllo dei servizi erogati dalla casa anziani cittadina. Possiamo essere certi che i nostri cari siano sempre seguiti in modo adeguato nelle case di riposo? Una domanda lecita e, vista la cronaca, necessaria. Perché gli anziani, come i bambini, sono soggetti deboli, spesso indifesi. La Rsa "Il Gelso" di via Milano 51 ci sembra un ambiente accogliente: gli anziani sono accuditi e la vita all’interno appare scorrere in armonia. E ne siamo ben felici. Ma è legittimo, e necessario, chiedere che siano eseguiti controlli in modo periodico.

martedì 4 settembre 2018

VITTUONE Patrocini, nuove polemiche. Marcioni (ViviAmo Vittuone) contesta la legittimità della concessione

Ivana Marcioni
La concessione dei patrocini sta diventando motivo di polemiche. Infatti, dopo quello concesso in passato all’associazione Paese in festa che aveva scatenato accese contestazioni, un’altra concessione è finita sub judice. Stavolta è stata la consigliera Ivana Marcioni (ViviAmo Vittuone) con un’interpellanza discussa a fine luglio in consiglio comunale a obiettare sulla legittimità  del patrocinio accordato a Mamy & Family essendo una ditta individuale e in ogni caso, a suo giudizio, non sono rispettate le tempistiche per il rilascio dello stesso così come stabilisce il regolamento in materia. L’assessora Annamaria Restelli ha risposto che il logo comunale è stato concesso a fronte di attività che saranno avviate da settembre e che comunque si tratta di iniziative di rilevanza sociale (spazio adolescenti, gruppo di parola genitori e bambini seguiti da specialisti, il the dei papà per famiglie separate e non, ecc…) a supporto di persone fragili e ogni caso assicurando l’accesso ai cittadini vittuonesi a condizioni agevolate.

martedì 21 agosto 2018

VITTUONE Odori sgradevoli ammorbano l'aria del centro urbano nelle ore serali. La segnalazione in municipio della consigliera Marcioni (ViviAmo Vittuone)

Odori che ammorbano l’aria dell’abitato? Secondo la consigliera comunale Ivana Marcioni (Viviamo Vittuone) sgradevoli esalazioni si addensano, soprattutto alla sera, sul territorio urbano. Infatti si è affrettata a segnalare in municipio la circostanza al fine di accertare la causa e intervenire conseguentemente.  Si tratta, a suo giudizio, di odori riconducibili all’allevamento intensivo animale, ovvero di stallatico, liquame e porcilaia avvertiti soprattutto nelle zone di via Zara, via Trieste, via Sabotino, via Montenero specialmente in ore serali. Inoltre nelle zone di via Gandhi e della stazione ferroviaria, a suo dire, è stata rilevata l’emissione nell’ambiente e la presenza di odori che potrebbero essere derivati da attività industriale o da materiale ferroso fuso o ad alta temperatura.

lunedì 9 luglio 2018

VITTUONE Doveri istituzionali e colpi di testa, ViviAmo Vittuone all'attacco: "Zancanaro e i suoi se la sono data a gambe"

L'uscita dall'aula consiliare del sindaco Stefano Zancanaro e della maggioranza non poteva non infiammare la vita politico-amministrativa cittadina. Un gesto troppo eclatante per non suscitare polemiche e prese di posizione.  Infatti il gruppo consiliare ViviAmo Vittuone, rappresentato dalle consigliere comunali Ivana Marcioni e Anna Papetti,  in questa nota che ricevo e pubblico bacchetta severamente la compagine amministrativa.  
ViviAmoVittuone aveva presentato una mozione in consiglio comunale per chiedere di conoscere le nuove linee guida dell’amministrazione. Queste linee sarebbero dovute dalla “nuova” maggioranza formatasi con l’ingresso di Enzo Tenti, candidato sindaco avversario e terzo arrivato alla competizione elettorale. Si richiedeva una legittima precisazione e l’informazione alla cittadinanza poiché l’amministrazione ha dichiarato in più forme alla stampa il cambio della linea politica. I programmi elettorali delle due liste, che si erano affrontate duramente, sono sostanzialmente opposti e contrastanti l’uno verso l’altro. 

domenica 1 luglio 2018

VITTUONE Regole e disinteresse, Marcioni (ViviAmo Vittuone) indignata: "Ma da quando si informa prima la stampa e poi i consiglieri sulla data di convocazione del civico consesso?"

Ivana Marcioni
Ricevo e pubblico questa nota del gruppo ViviAmo Vittuone a firma della consigliera Ivana Marcioni sulle modalità di convocazione della seduta consiliare.
Ancora una volta l'amministrazione Zancanaro si distingue per la scorrettezza istituzionale: il consiglio comunale (rinviato in precedenza a data da destinarsi) non viene comunicato con atto ufficiale e pubblicato sul sito istituzionale del Comune, ma in modo disinvolto e scorretto e cioè attraverso un articolo di giornale. Il settimanale Settegiorni, nella parte dedicata al consigliere Alberto Camerati, descrive e dettaglia l'ordine del giorno del prossimo consiglio comunale convocato per il 4 luglio. Peccato, però, che i consiglieri non avessero ancora ricevuto all’uscita del giornale alcuna comunicazione in merito con quella data e, tantomeno, la convocazione.

giovedì 21 giugno 2018

VITTUONE Marcioni (ViviAmo Vittuone) all'attacco: "Cari amministratori, basta con queste sceneggiate, non ci si può fare beffa impunemente delle istituzioni"

Ivana Marcioni
Il rinvio del consiglio comunale a data di destinarsi non poteva non suscitare polemiche sia per la mancanza di motivazioni che per l'improvvisa scomparsa dell'urgenza con cui era stato invece convocato dal sindaco Stefano Zancanaro. Infatti a Ivana Marcioni (ViviAmo Vittuone) non è andato giù l'uso disinvolto che in municipio fanno delle istituzioni. "Il paese è governato -attacca Marcioni- da dilettanti allo sbaraglio, che prima pensano di fare una cosa senza avere i numeri e subito dopo fanno marcia indietro. Il sindaco ha convocato il consiglio comunale senza la riunione dei capigruppo e scavalcando scorrettamente il presidente Livio Fagnani, ma quando si è reso conto che non aveva più la maggioranza e che non tutti i consiglieri avrebbero alzato la mano ha fatto un'incredibile capriola per salvarsi. Non è questo il modo per governare il paese. Se in municipio hanno la propensione di fare i burattinai, allora bisogna dire che gli riesce male, molto male. Non sono come Mangiafuoco della situazione che sapeva condurre abilmente i fili della trama senza farsi scoprire.  In ogni caso non ci si può fare beffa delle istituzioni.

domenica 18 marzo 2018

VITTUONE Lo spostamento del mercato ambulante in centro, dopo la nomina di Fagnani a presidente del consiglio comunale, è ancora d'attualità?

La nomina di Livio Fagnani a presidente del consiglio comunale ha segnato anche la fine del progetto di trasferire il mercato in centro? L'interrogativo è d'obbligo, poiché Fagnani diventando presidente del consiglio comunale ha dovuto rimettere la delega del commercio. Il che significa che a occuparsi della questione non è più lui. Ciò non è un dettaglio trascurabile se si consideri l'impegno che ha profuso per centrare l'obiettivo. Infatti se Fagnani, che pure si era dato molto da fare, non è riuscito a realizzare l'operazione è per contro possibile che ce la faccia l'assessore preposto al commercio? Il tempo lo dirà non tanto per le capacità dell'assessore interessato quanto per la volontà politica di dare effettivamente corso al progetto.

sabato 17 marzo 2018

VITTUONE Riscatto delluminazione pubblica, Marcioni (ViviAmo Vittuone): "Caro sindaco è troppo facile accendere un mutuo che invece ricercare soluzioni innovative"

Ivana Marcioni
Ma è ragionevole accendere un mutuo di 470.000 euro per il riscatto degli impianti e dell'illuminazione pubblica? In municipio hanno deciso di farlo, ma l'opposizione contesta la scelta. Infatti il gruppo ViviAmo Vittuone, trovando del tutto ingiustificabile l'opzione, ha proposto una soluzione alternativa per centrare l'obiettivo senza indebitare ulteriormente il Comune. Ma come? Semplicemente aderendo alla procedura di “finanza di progetto” come previsto dalla legge e agevolato dalla Regione Lombardia. Del resto il Comune di Cornaredo ha già sperimentato con successo la procedura. "A nostro parere -obietta Ivana Marcioni (ViviAmo Vittuone)- semmai il mutuo sarebbe più utile per finanziare dei progetti latenti ormai da tempo e in particolare per installare sul territorio impianti di videosorveglianza in modo da rendere più sicura la vita dei vittuonesi, sistemare il parco Villa Venini ormai da troppo tempo abbandonato per far sì che sia finalmente fruibile dalla popolazione, riqualificare il manto stradale di molte vie ormai molto compromesso e bisognoso di urgente rifacimento".

lunedì 19 febbraio 2018

VITTUONE Periodico comunale in stand by, Marcioni (ViviAmo Vittuone): "Caro sindaco Zancanaro comunicare non significa far sapere su Facebook dov'era un tal giorno o cosa abbia mangiato in un'altra occasione"

Il periodico comunale ‘Vittuone Informazioni’ è uno strumento informativo utile per i cittadini, ma da quasi tre anni è sparito dai radar. Troppo per non indurre il gruppo ViviAmo Vittuone a chiedere conto al sindaco Stefano Zancanaro. Infatti nell'ultimo consiglio comunale ha presentato un'interrogazione per domandare al primo cittadino come mai il periodico comunale ‘Vittuone Informazioni’ non venga più pubblicato, visto che l'ultimo numero risale a dicembre 2015. Zancanaro ha risposto che per via di altri problemi più urgenti non si è riusciti a organizzare la stesura e l'uscita del periodico, ma volendo si può sempre accedere alla sua pagina di Facebook per informarsi. Comunque sia ha promesso il ripristino dell’uscita appena le cose in municipio si metteranno per il meglio. La risposta non è piaciuto al gruppo consiliare capitato da Ivana Marcioni.

mercoledì 31 gennaio 2018

VITTUONE Contributo a 'Paese in festa' e regole eluse, Marcioni (ViviAmo Vittuone): "Assessore Bergamaschi, non siamo nel 'Libero Stato di Vittuone'. Un politico non può fare quel che vuole".

Ivana Marcioni
ViviAmo Vittuone non ci sta alle spiegazioni dell'amministrazione comunale sulla concessione del contributo di 2.0000 euro all'associazione Paese in festa, che, a suo giudizio non aveva i requisiti per poterli ottenere. "L’assessore esterno Maichol Bergamaschi -puntualizza Ivana Marcioni, capogruppo di ViviAmo Vittuone ha risposto che questa era stata una scelta politica. La risposta ovviamente non ci soddisfa. Non abbiamo chiesto di sapere perché sono stati spesi soldi del Comune per finanziare una lotteria, invece di fare altro, ma il perché sono stati dati a una associazione senza rispettare, a nostro parere, le regole di correttezza e trasparenza. Un politico -incalza Marcioni- non può fare quello che vuole, giustificandosi di aver fatto una scelta politica, altrimenti a che cosa servono le regole? Bergamaschi dimentica che egli, come stabilito dallo statuto, essendo assessore esterno, non può fare dichiarazioni di tipo politico. Ad altri, semmai, sarebbe toccato il compito".

giovedì 9 novembre 2017

VITTUONE Rinviato all’improvviso il consiglio comunale per approfondire i punti all’ordine del giorno. Marcioni (ViviAmoVittuone) perplessa

“Salta” il consiglio comunale che era in programma per stasera. Infatti attorno all’una è stato comunicato ai consiglieri che la seduta per approfondire meglio i punti all’ordine del giorno e rilasciare quindi informazioni più precise era aggiornato a giovedì 16. Una decisione del tutto inaspettata che ha finito per prendere di sorpresa la minoranza (ViviAmo Vittuone), ma ha anche innescato perplessità sulle motivazioni del rinvio. Il sospetto della lista è che in maggioranza non torni qualcosa e per evitare di mettere “in piazza” eventuali divergenze si è preferito differire la seduta per trovare nel frattempo la quadra. Com’è come non è, quel che è certo il consiglio comunale è stato rimandato.

venerdì 16 giugno 2017

VITTUONE L'opposizione abbandona l'aula consiliare, Marcioni (Viviamo Vittuone): "Se la suonano e se la cantano da soli..."

Ivana Marcioni
Anna Papetti
Maggioranza e opposizione sempre più ai ferri corti. Infatti nel consiglio comunale di ieri sera è andato in scena l'ennesimo scontro, che è culminato nell'abbandono dell'aula in segno di protesta dei consiglieri del M5S (Diego Manfredi) e di ViviAmo Vittuone (Ivana Marcioni e
Diego Manfredi
Anna Papetti)
. Il motivo? Il mancato rispetto delle regole e la consegna in extremis della documentazione che non ha permesso un adeguato approfondimento. In apertura i consiglieri di minoranza, convocati per una seduta straordinaria ed urgente, hanno espresso il loro disappunto per la convocazione d’urgenza del consiglio comunale, senza rispettare il regolamento. "La procedura adottata -obiettano Papetti e Marcioni di ViviAmo Vittuone- è assolutamente anomala, perché è stata convocata la conferenza dei capigruppo con già stabilita la data del consiglio comunale. Non è la prima volta che vengono calpestate le regole e si tenta di limitare i diritti e i doveri dei consiglieri di minoranza: anzi, ultimamente sta diventando la norma.

martedì 4 aprile 2017

VITTUONE Marcioni (ViviAmo Vittuone): "Il ghe pensi mi di Zancanaro è di bassa lega"

Ivana Marcioni
Ricevo e pubblico questa nota di Ivana Marcioni, capogruppo di ViviAmo Vittuone, sul bilancio 2017.
La procedura per giungere all’approvazione del bilancio di previsione 2017-2019 ha avuto un percorso difficoltoso. Infatti, dopo che è stata convocata la commissione bilancio, il presidente del consiglio comunale non si presenta e neppure si degna di avvisare, perciò noi e gli altri rappresentati della minoranza abbiamo lasciato l'aula. 
Prima di tutto intendiamo evidenziare come, anche in questo caso, non vengono rispettate le regole. Infatti l’atteggiamento dell’ammistrazione è stato di mancanza di rispetto e di serietà nei nostri riguardi e di tutta la minoranza. Oltre a tutto ciò, noi di Viviamo Vittuone abbiamo avuto davvero molto poco tempo per analizzare la notevole documentazione ricevuta sul bilancio. In particolare abbiamo avuto pochi giorni per fare osservazioni e proposte sulle scelte e sui contenuti del bilancio.

martedì 14 marzo 2017

VITTUONE La vicenda del sindaco-progettista rischia di finire davanti all'Autorità anticorruzione. ViviAmo Vittuone ci sta pensando

Ivana Marcioni
Le spiegazioni fornite dal primo cittadino Stefano Zancanaro sul proprio (presunto) "conflitto d'interesse" in merito al doppio ruolo di sindaco-progettista nell'ambito della lottizzazione nel comparto di via Milano, non hanno convinto sino in fondo ViviAmo Vittuone. Infatti il gruppo sta meditando nuove iniziative per allargare la lente di ingrandimento sulla vicenda e portare alla luce aspetti che sinora sono rimasti in ombra o sotto traccia e che invece analizzati attentamente potrebbero aprire nuove scenari e culminare in esiti clamorosi. Certo è che ViviAmo Vittuone non ha trovato geniale che il sindaco si sia messo a leggere e non consegnare le spiegazioni richieste per una valutazione più precisa e puntuale. "Aspettiamo -afferma Ivana Marcioni- che ci sia consegnata per iscritto la risposta alla nostra interrogazione, ma è certo che  Zancanaro più che dare risposte alle nostre domande si è dilettato a eludere i temi sollecitati e parlare d'altro.