Visualizzazione post con etichetta pd vittuone. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta pd vittuone. Mostra tutti i post

martedì 19 marzo 2019

VITTUONE “Il solito disco rotto dell'amministrazione Zancanaro: stesso bilancio e stesse tasse degli anni passati”

Il re è nudo. Sì, a sentire il Pd, la maggioranza si appresta ad approvare lo stesso bilancio degli anni passati con buona pace delle sue promesse. Infatti nel consiglio comunale di domani, mercoledì 20, la maggioranza andrà in aula con lo stesso esercizio degli anni precedenti. E così-tuona il Pd- dopo le promesse elettorali ci ritroviamo esattamente con gli stessi tributi degli anni scorsi. Stesso programma per i lavori pubblici (scarsi e malfatti); stesse tasse (Tasi e Imu); stessa tassa Tari senza diminuzione, nonostante il comportamento virtuoso dei vittuonesi che hanno meritato il premio “Comune Riciclone” da Legambiente; stessa addizionale comunale (Irpef). Invitiamo la cittadinanza ad assistere al consiglio comunale di domani sera, alle 21.

mercoledì 13 marzo 2019

VITTUONE Centro commerciale "Il destriero" e opere dimenticate, Pd amaro: "Se le risposte sono nel vento...?"

Nell’autunno 2006, più di 12 anni fa, il consiglio comunale approvò la convenzione per la costruzione del centro commerciale “Il destriero”. L'operazione prevedeva, oltre al versamento di una importate cifra in denaro (spesa in poco tempo), anche una serie di opere in parte realizzate e altre in parte dimenticate. Sì, secondo il Partito democratico, alcune opere sono state letteralmente dimenticate. Quali? Il parco urbano che doveva essere realizzato a sud del Destriero e il sottopasso ciclopedonale di collegamento con il Destriero. Il sottopasso in particolare doveva essere realizzato prima della apertura del centro commerciale visto che era stato ritenuto indispensabile da Regione Lombardia per collegare il centro abitato al centro commerciale in tutta sicurezza.

mercoledì 6 marzo 2019

VITTUONE Villa Venini, il Comune ha troppo cincischiato e ora rischia di farsi carico della messa in sicurezza del cantiere e della ristrutturazione dell'immobile

Il Partito democratico non molla la presa su Villa Venini.  Infatti in questa nota che ricevo e pubblico evidenzia -dal suo punto di vista- leggerezze e inadempienze dell'amministrazione Zancanaro. Apprendiamo ancora una volta da canali indipendenti (stampa locale) che la cosiddetta coobbligata Chanel, citata nella ormai famosa ordinanza del sindaco emessa a dicembre 2018, ordinanza che la obbligava ad intervenire in tempi brevi/brevissimi, ha ottenuto dal Tribunale Amministrativo Regionale la sospensione degli obblighi descritti che prevedevano in primis la messa in sicurezza del cantiere e a seguire la ristrutturazione della villa come da accordi sottoscritti nella convenzione del 2009. Quindi? Tecno-in ha dichiarato di non essere più in grado di assolvere gli impegni cosicché l’ordinanza cautelare del Tar lascia la nostra villa ancora una volta orfana.

mercoledì 27 febbraio 2019

VITTUONE Pd ironico e sfrontato: "Siamo contenti che i licenziati della Lega trovino lavoro nelle amministrazioni comunali lombarde"


Ricevo e pubblico questa nota del Partito democratico cittadino sull'assunzione del nuovo capo area dei servizi sociali comunali.
Apprendiamo, (come al solito) dalla stampa locale, che il nuovo capo area dei servizi sociali del Comune di Vittuone assunto dalla amministrazione è stato scelto “attingendo da una graduatoria del concorso pubblico del Comune di Basiano Mesate” (50 km da Vittuone). Non mettiamo in dubbio la qualità della persona, ma è anche vero che le esperienze lavorative precedenti del candidato non sono state attentamente valutate, visto che l’assessore al personale nega che “sulla decisione del Comune abbia influito la lunga militanza del neo assunto nella Lega Nord in qualità di funzionario di partito della segreteria politica Nazionale” a suo tempo licenziato dalla Lega Nord insieme ad altri per i noti problemi economici di via Bellerio. Vi sembra strano che a nessuno sia mai venuto in mente di leggere le esperienze lavorative precedenti dal curriculum? 

mercoledì 30 gennaio 2019

VITTUONE "Il grande fallimento dell'amministrazione Zancanaro: nessuna opera in programma per il 2018 è stata realizzata"


Il Partito democratico insiste nel fare e pulci all'amministrazione Zancanaro. E in questa nota che ricevo e pubblico, numeri alla mano, mette in luce che nulla di quanto promesso per il 2018 e in grandissima parte già proposto nel 2017 non è stato realizzato. Un grande, a suo dire, fallimento. Nuovi loculi ed ossari nel cimitero comunale per un importo complessivo di euro 400.000; sottopasso ciclopedonale lungo la SP 227 (Destriero) per un importo complessivo di euro 765.000;  riqualificazione e recupero del parco di Villa Venini per un importo complessivo di euro 300.000; restauro e risanamento conservativo edificio ex filanda in Villa Venini per un importo complessivo di euro 1.630.000; ristrutturazione strutture scolastiche comunali e messa in sicurezza 2018 per un importo complessivo di euro 200.000; riqualificazione urbana e sistemazione di strade, per un importo complessivo di euro 200.000 nelle seguenti arterie viabilistiche SP 11, SP 34 e SP 227; realizzazione di attraversamento ciclopedonale a raso semaforizzato di euro 250.000; riqualificazione ed adeguamento impianti di illuminazione pubblica con sistema di illuminazione a Led un importo complessivo di euro 470.000.

mercoledì 16 gennaio 2019

VITTUONE "Villa Venini, non basta arrampicarsi sui vetri per cambiare la realtà a proprio uso e consumo"


Gli amministratori -si sa- quando sono a corto di argomenti s'arrampicano sugli specchi, ma per il Partito democratico il sindaco Stefano Zancanaro è andato ben oltre sulla vicenda Villa Venini. Il motivo? Il primo cittadino in un'intervista alla stampa locale ha dichiarato che nessun cittadino gli ha mai parlato direttamente di Villa Venini. Un'uscita, a giudizio del Pd, sconcertante che indica che il sindaco e i suoi collaboratori non leggono il suo periodico (Foglio Democratico). Ma questo -aggiunge il Pd- ci può stare. Intanto in questa nota che ricevo e pubblico ne fa un elenco delle inadempienze che, a suo giudizio, sono andate in scena in municipio. Ci sono però voluti quasi 3 anni per prendere coscienza della situazione ed emettere l’ordinanza con la quale ha imposto ai principali attori della famosa convenzione di intervenire in tempi “brevissimi” per porre fine al degrado di Villa Venini. Inoltre scopriamo che il sindaco si aspetta che il nuovo assessore ai lavori pubblici percorra in lungo e in largo il paese, a piedi o in bicicletta, a rilevare “tutte le criticità e i problemi da riferire poi agli uffici di competenza”.

martedì 8 gennaio 2019

VITTUONE “Anno nuovo, ma problemi vecchi...”

“L’anno vecchio è finito ormai ma qualcosa ancora qui non va”. Il Partito Democratico non ci sta e denuncia che dal municipio si continua a non dare risposte. E in questa nota che ricevo e pubblico esprime insoddisfazione per come vanno le cose in Comune. Cari amici, cose vecchie, anzi vecchissime che non riescono ad avere risposte dalla amministrazione, anche se ripetutamente sollecitate sia dal nostro foglio che dalle opposizioni in consiglio comunale. Il limbo delle convenzioni Destriero e bosco del Bacin stipulate a suo tempo sono sotto gli occhi di tutti un esempio per tutti Villa Venini che non smette mai di lamentarsi del trattamento a cui è stata sottoposta per puro disinteresse o peggio ancora per interessi elettorali. Ma forse pochi sanno che oltre dieci anni sono passati e per gli accordi presi allora, si avvicinano le scadenze: per il Destriero già quest’anno.

giovedì 20 dicembre 2018

VITTUONE "Chiacchiere e tabacchiere di legno, mentre il tempo passa senza combinare nulla"

"Chiacchiere, chiacchiere, solo chiacchiere...". Il sindaco Stefano Zancanaro liquida così le critiche, seppure fastidiose su Villa Venini e altro, che arrivano dal Partito democratico.  Ma il Pd non demorde e rilancia tenacemente le sue obiezioni.  "E’ vero -attacca il Pd- il resto sono solo chiacchiere, chiacchiere che arrivano da lontano, chiacchiere alle quali chi è stato 'votato' dalla maggioranza dei cittadini avrebbe dovuto dare risposta già tempo fa coinvolgendo i vittuonesi e magari le opposizioni per arrivare tutti insieme a una soluzione condivisa e quindi non contestabile da alcuno... Non sarebbe stato meglio? In giro per il nostro paese -continua il Pd- ci sono persone con qualità riconosciute che certo non si sarebbero tirate indietro se consultate. Ma no, loro dovevano fare da soli, dimostrare che a testa bassa potevano mantenere gli impegni presi in campagna elettorale.

mercoledì 5 dicembre 2018

VITTUONE "Povero Comune... rinuncia allegramente ai finanziamenti regionali e come se non bastasse sperpera a go go denaro pubblico"


"Non possiamo che concordare sul giudizio dei vittuonesi letto su un settimanale locale: questa è la peggior amministrazione degli ultimi anni”. Il Partito democratico non le manda a dire all'amministrazione Zancanaro e non si lascia sfuggire l'occasione per randellarla. "I nostri amministratori fin dall’inizio della legislatura -attacca il Pd- si lamentano di essere senza soldi, ma poi aumentano le spese di 7 mila euro per feste nel paese e 'Bimbi in festival' (fra l’altro già svolto) e rinunciano al contributo della Regione Lombardia per il Tres artes. Intanto nel consiglio comunale di giovedì scorso è andato in scena il solito copione della maggioranza che, invitata dalla minoranza a posticipare di due giorni il consiglio per inserire anche la nomina del nuovo presidente dopo le dimissioni di Fagnani, rifiuta di farlo (non è una novità) e riconvoca, solo dopo due giorni, un nuovo consiglio comunale! Quindi, ancora una volta, spreco di denaro pubblico". 

giovedì 29 novembre 2018

VITTUONE "Che sta succedendo in municipio? I governanti del momento dicono di essere compatti, ma perdono pezzi come se non ci fosse un domani"

Il Partito democratico trova che Vittuone per come è oggi governata non se la passi bene. "Siamo messi male -martella il Pd- molto male. Vittuone sta facendo ridere i Comuni dell’Est Ticino, mentre noi stiamo piangendo. Si piange per il nulla che avvolge questa giunta e i suoi vecchi amici che adesso non sono più amici, ma che, non dimentichiamoci, hanno grandi colpe da farsi perdonare per un passato (non molto lontano) che ha impoverito le casse del Comune e quindi le 'nostre' tasche. Adesso, a parole tutti stanno salvando 'la patria' o forse meglio 'capra e cavoli', ma di fatti non se ne vedono, solo parole (trattorini e luci psichedeliche), mentre dall’altra parte si rivendicano sempre le stesse cose. Siamo compatti: ma perdono pezzi come se non ci fosse un domani". Un quadro, stando al Pd, molto desolante.

mercoledì 14 novembre 2018

VITTUONE "La giunta? Un ambaradan in cui gli amministratori se le danno di santa ragione"

I gruppi politici della maggioranza se le stanno dando di santa ragione, a sentire il Partito democratico,  tanto che la sceneggiata gli ha fatto tornare alle mente una parola... ambaradan. Sì, un termine che nel linguaggio comune indica un insieme disordinato di elementi, un guazzabuglio, una grande confusione. Da qui lo spunto per darle a sua volta di santa ragione a giunta e maggioranza. E in questa che ricevo e pubblico ne spiega il motivo. “Il termine ambaradan ha avuto origine dall'Amba Aradam un massiccio Etiope presso cui, nel 1936, avvenne una cruenta battaglia tra italiani e abissini. Durante questa battaglia le truppe italiane erano alleate con alcune tribù locali ma, a seconda delle trattative in corso, alcune di queste si alleavano a loro volta con il nemico, per poi riaffiancare i soldati italiani”. Vi viene in mente qualche cosa? Ci sarebbe da chiedersi anche cosa succede in Comune, ma per avere una risposta a questa domanda ahinoi ci rimangono solo i giornali locali dove si trovano ampi resoconti su dimissioni di consiglieri già presentate e pronte da ripresentare, presidente del consiglio che non firma la convocazione del consiglio, assessore alle finanze che accusa pubblicamente l’assessore al territorio di prendere in giro i cittadini, l’assessore al territorio che risponde per le rime, ecc...

mercoledì 7 novembre 2018

VITTUONE "La maggioranza litiga e forse è a fine corsa, ma quel che è peggio ignora le reali necessità del paese"

Il Partito democratico non molla la presa e attacca l'amministrazione Zancanaro che dal suo punto di vista arranca vistosamente e per di più litiga al proprio interno. E in questa nota che ricevo e pubblico indica le criticità con cui la giunta è alle prese. Non ci eravamo ancora ripresi dalla intervista dell’assessore aggiunto ai lavori pubblici riguardante il “paese delle meraviglie” dove si celebravano le prossime opere del gruppo da lui guidato e per le quali erano stati meritoriamente trovati i finanziamenti nelle pieghe del bilancio (che nessuno prima era riuscito ad individuare) a seguito di una variazione di bilancio approvata dalla giunta. Opere che riportiamo brevemente di seguito: 35.000 euro per manutenzione ordinaria delle scuole, 25.000 euro per sistemazione delle case comunali; 8.000 euro per manutenzione ordinaria del verde; 25.000 euro per parchi Lincoln e Gramsci;  8.000 euro per videosorveglianza e manutenzione delle piste ciclabili. Un totale di 101.000 euro...

giovedì 25 ottobre 2018

VITTUONE "Un confronto democratico è meglio di un like sui social"

Il Partito democratico cerca una nuova identità e in vista dei congressi riconosce che è fondamentale che giovani e meno giovani chiedano di iscriversi. Del resto il confronto diretto è meglio di un like su un social. Da qui l'adesione alla campagna di tesseramento all'insegna del messaggio “Fai la differenza, iscriviti al Pd”. I nuovi tesserati che vogliono partecipare al congresso la data utile per aderire è il 6 novembre. Intanto il Pd cittadino, che desidera coinvolgere più persone possibili e allargare la comunità democratica, si è mobilitato per centrare l'obiettivo.

giovedì 18 ottobre 2018

VITTUONE "Se l'amministrazione Zancanaro si dimentica dell'amianto che provoca morti..."


Il Partito democratico continua il suo impegno per contrastare quello che chiama declino di Vittuone. E in questa nota che ricevo e pubblico ne dà conto della sua attività. Nello scorso numero di Pagine Democratiche avevamo chiesto alla cittadinanza di segnalarci situazioni o criticità ritenute importanti per la qualità della vita nel nostro Comune. Portiamo alla vostra conoscenza la segnalazione di un lettore di pagine democratiche: “Buonasera, d'accordo per i parcheggi ma ci si dimentica dell'amianto che provoca morti”. Per questo il Partito Democratico tramite una consigliera di Viviamo Vittuone ha chiesto informazioni al fine di conoscere a che punto è il programma per l’eliminazione e lo smaltimento delle coperture in amianto ancora presenti nel territorio comunale. Oggi siamo cosi a conoscenza del fatto che all’interno del paese e nella zona agricola persistono un grande numero di edifici con coperture in amianto. Le autocertificazioni rilasciate sono ancora valide e quindi non esistono pericoli per la salute dei cittadini? 

giovedì 4 ottobre 2018

VITTUONE La ricetta del Pd per parcheggiare in zona stazione? Il recupero dell'area dell'ex scalo ferroviario

Il Partito democratico passa dalla denuncia delle cose che non funzionano in Vittuone alle proposte per facilitare la vita quotidiana della comunità. Ma se i cittadini vogliono partecipare con proposte possono inviare i suggerimenti all'indirizzo di posta elettronica: pd.vittuone@tiscali.it o partecipare all’incontro pubblico che il Partito democratico organizzerà prossimamente. Intanto il Pd in questa nota che ricevo e pubblico indica come risolvere il problema del parcheggio in stazione. Quanti pendolari vittuonesi hanno difficoltà a parcheggiare in zona stazione nelle ore di punta? Ma soprattutto quante donne e mamme lavoratrici ogni mattina arrivano in stazione con i minuti contati dopo avere organizzato la giornata per figli e mariti e si trovano a dover cercare un parcheggio libero da cartelli che promettono sanzioni? Negli ultimi decenni gli utenti della stazione sono aumentati in modo esponenziale grazie anche al potenziamento dato dal passante ferroviario che ha ridimensionato i collegamenti con Milano (da autobus a treno).

mercoledì 26 settembre 2018

VITTUONE Il Pd insiste sul declino del paese. "Le grandi promesse in campagna elettorale di Zancanaro sono malinconicamente svanite"

Il Partito democratico insiste sul declino che, a suo giudizio, avvolge malinconicamente Vittuone. E si ripromette sul tema di organizzare prossimamente un incontro pubblico con i cittadini per parlarne e naturalmente raccogliere le necessità/interessi dei vittuonesi. E in questa nota che ricevo e pubblico il Pd spiega le ragioni del suo Perché declino 2? Perché le cose che non funzionano o che sono state dimenticate da questa amministrazione comunale sono tante e tutte propagandate in campagna elettorale, ma che nel tempo sono svanite... Volete saperne di più? 

mercoledì 12 settembre 2018

VITTUONE "No alla deriva nazionalista, identitaria e razzista"

Il Partito democratico cittadino partecipa alla manifestazione del 30 settembre a Roma. E in questa nota che ricevo e pubblico ne spiega la ragione della sua adesione.
“La manifestazione a Roma significa, per noi democratici, soprattutto tre cose :
1) Far capire al governo italiano, in maniera chiara e forte, che esiste un popolo che non condivide e rifiuta l’attuale deriva nazionalista, identitaria, razzista. Nel nostro Paese ci sono milioni di persone che credono in valori di apertura, solidarietà e progresso.
2) Costruire un momento collettivo, tenendo insieme persone vere, fuori dai social. Non solo con la comunità del Pd ma con tutti coloro che vogliono costruire un progetto alternativo a questo governo.

mercoledì 25 luglio 2018

VITTUONE "Nonostante tutto, c'è un gran bisogno di Pd..."


Il Foglio democratico, edito dal circolo del Partito democratico cittadino, va in vacanza per riprendere poi in settembre le pubblicazioni. Intanto in vista del prossimo congresso nazionale del Partito Democratico invita a provare a “mettere giù” qualche idea da proporre ai delegati per dare una nuova boccata d'ossigeno alla discussione. Un invito da condividere anche con chi si conosce. Un documento slegato da correnti e mozioni, un documento fatto di contenuti politici, di futuro, di speranze per un paese nutrito, ogni giorno, da paure e divisioni. Un documento scritto da chi è vicino al Partito Democratico. Un'occasione  -pensa il Pd- per far sentire la propria voce.

martedì 3 luglio 2018

VITTUONE Ma davvero la politica è l’unica professione per la quale non si ritiene necessaria alcuna preparazione?

Ricevo e pubblico questa nota del Partito democratico cittadino sulle ultime elezioni amministrative e sulla scia dell'analisi che vittorie e sconfitte non sono tutte uguali indica la strada per uscire dall'impasse in cui si è cacciato. 
Sono i simboli a decidere la lettura delle elezioni locali? Due anni fa furono le vittorie del M5S a Roma e Torino, oggi sono le sconfitte del Pd a Pisa, Siena, Massa, Imola, Ivrea, dove il partito era nel passato più forte e radicato. Ci sono segnali anche da valorizzare quali Teramo, Brindisi, Siracusa e Ancona, come la stessa Brescia dove vince al primo turno un candidato del PD e dove evidentemente c’è un Partito Democratico che riesce a fare comunità. Bisogna avere i candidati giusti per farlo in una fase in cui il vento del cambiamento si fa sentire anche nelle competizioni locali e non solo in quelle nazionali. In una fase storica dove ci sono temi forti che spesso si scontrano tra loro quali il rapporto tra integrazione e sicurezza il Partito Democratico non ha saputo intercettare per tempo e in maniera chiara il bisogno di protezione che evidentemente è rilevante anche per un elettorato di centrosinistra.

lunedì 2 luglio 2018

VITTUONE Pd ironico e pungente: "Il nuovo modus operandi dell'amministrazione Zancanaro? Convoca il consiglio comunale a mezzo stampa"

Il Partito democratico è ironico e pungente con l'amministrazione comunale, che, a suo giudizio, si è risolta a convocare il consiglio comunale a mezzo stampa. Un modus operandi, a suo parere, più che anomalo, ma tant'è. E in questa nota che ricevo e pubblico denuncia la singolare convocazione.
Apprendiamo dalla stampa che la convocazione del consiglio comunale di Vittuone (per intenderci quello di giovedì 21 giugno rinviato a data da destinarsi) avviene ora in forma alternativa, cioè direttamente a mezzo stampa dove viene indicato il 4 luglio come data del prossimo consiglio, anziché attraverso la pubblicazione sul sito del Comune e la comunicazione ai consiglieri.