Visualizzazione post con etichetta tina ciceri. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta tina ciceri. Mostra tutti i post

lunedì 15 luglio 2019

BAREGGIO Sicurezza e chiacchiere da bar, Paietta infuriato: "Si vede che l'ex sindaco Lonati e la consigliera Ciceri parlano tanto per parlare"

Lorenzo Paietta
Sicurezza, è guerra fra il vicesindaco leghista Lorenzo Paietta e il gruppo consiliare democratico. Sì, il vicesindaco non ci sta alla presa di posizione dei consiglieri Giancarlo Lonati e Tina Ciceri e passa risoluto alla controffensiva. Secondo  lui le affermazioni dei due consiglieri sono destituite di fondamento, anzi, a suo dire, false. "E' incredibile la sequela di falsità -afferma Paietta- raccontate dal Partito democratico sulla sicurezza unicamente per gettare fumo negli occhi ai cittadini di Bareggio e per distogliere l'attenzione sul fatto che, ancora una volta, stiamo facendo tutto quello che non hanno fatto loro. Il Pd dice che è sbagliato chiudere il comando al pubblico nei giorni in cui si svolgono i turni serali. E' falso: gli orari di ricevimento restano inalterati perché i serali sono stati programmati nei giorni in cui il comando è comunque chiuso. Il Pd dice che è sbagliato lasciare scoperto il paese nelle ore pomeridiane per coprire quelle serali. E' falso: non lasciamo scoperte le ore pomeridiane perché sono in servizio i carabinieri, con più uomini a disposizione rispetto a quelli che hanno di sera.

sabato 13 luglio 2019

BAREGGIO Sicurezza e propaganda, l'affondo del Pd: "In municipio sono sempre in campagna elettorale, utilizzano i vigili solo per fare scena"

Tina Ciceri
"All'amministrazione comunale e segnatamente al vicesindaco Lorenzo Paietta interessa solo che la polizia locale si faccia vedere in giro e con la sua presenza dia l'impressione che tutto è sotto controllo. La verità è che sono ancora in campagna elettorale, nonostante si trovino al governo da un anno e passa". Duro durissimo il gruppo consiliare democratico (Tina Ciceri e Giancarlo Lonati) con l'amministrazione Colombo, rea ai suoi occhi di utilizzare pretestuosamente la sicurezza per nascondere tutte le sue inefficienze e carenze. "Obbligano i vigili a fare turni massacranti -chiosa il gruppo consiliare dem- per far vedere che il territorio è sorvegliato costantemente, ma non è così. A loro importa solo che la gente veda gli agenti in servizio al di là dell'efficacia operativa per proiettare un'immagine di ordine e sicurezza. Basti pensare che su 8 vigili (oltre 2 ufficiale e il comandante) solo 4 possono restare in servizio sino alle 24, mentre gli altri 4 avvalendosi della normativa sulle tutele soltanto fino alle 22. Si capisce da questo dettaglio che alla giunta Colombo importa l'immagine e non già l'efficacia dell'attività".

venerdì 18 dicembre 2015

BAREGGIO La sopravvivenza della maggioranza si gioca sull'elezione del presidente del consiglio comunale?

Ce la farà Antonio Di Conza a conservare il suo posto di presidente del consiglio comunale? Il suo destino sembrava segnato, perché l'orientamento nelle file della maggioranza era proprio quello di designare Tina Ciceri che sinora è stata incomprensibilmente sin troppo sacrificata. Ma all'improvviso, a quanto sembra, la stampella della maggioranza, alias il consigliere fuoriuscito Roberto Galli, si è messo di traverso e la candidatura di Ciceri è stata in fretta e furia accantonata. Galli adesso vuole contare e non lascia passare nulla senza il suo decisivo imprimatur.

lunedì 12 maggio 2014

BAREGGIO Ora anche Ciceri (Pd) sollecita il sindaco a vincere le resistenze della burocrazia per far volare la giunta

Questo blog da mesi sostiene che la lentezza con cui opera (quando opera) la giunta Lonati è dovuta all'apparato burocratico-amministrativo, che certamente non si fa in quattro per dare risposte alla comunità. Una verità lapalissiana, che adesso trova conferma in pubbliche dichiarazioni di autorevoli esponenti della maggioranza. Del resto bisognava essere ciechi e di proposito per non vedere, ma c'è sempre chi per istintiva conservazione, chi per incapacità di gestire i cambiamenti e chi per ragioni incofessabili non vuole cambiamenti. Invece il capogruppo consiliare del Pd Tina Ciceri, riconoscendo che la burocrazia è un problema serio e grave, non ha esitato a sollecitare a mezzo stampa il sindaco a fare come Renzi.

sabato 15 giugno 2013

BAREGGIO Lonati alle prese con il nodo della nomina della giunta

Domani mattina tutti a festeggiare al centro polifunzionale "Martin L. King", poi la marcia di avvicinamento alla nomina della giunta. 
Sì, la coalizione (Pd, Io amo Bareggio e Liste civiche) che ha vinto le elezioni e il neosindaco Giancarlo Lonati si ritroveranno in mattinata al centro polifunzionale per festeggiare il successo e coinvolgere i cittadini. Ma gli occhi sono già puntati sulla composizione e nomina della giunta.  Un'operazione che rischia di rivelarsi più complicata del previsto per via dei tanti desideri che pretendono soddisfazione. Le uniche certezze sembrano essere quelle maturate nel gruppo Io amo Bareggio che ha individuato in Marco Gibillini ed Egidio Stellardi i propri rappresentati in giunta. Intanto il confronto che si aperto nelle civiche (Voi con noi e In volo) ha prospettato nuovi scenari che in prima battutta non erano stati considerati.